Mostre

Partecipazione alla 70° Accolta dei Quindici, Palazzo Corbelli, Fano. Esposte per l’occasione il trittico ‘Itinerarium mentis’, tre pezzi da 80 x 80 cm. ciascuno.

 

Collettiva “Cromonero” presso Palazzo Gradari a Pesaro, a cura di Art065 e Davide Leoni, dal 1 al 16 luglio 2017. 40 artisti di levatura nazionale ed internazionale espongono opere in tematica ‘nera’. Esposta per l’occasione l’opera ‘Il bosco’, 2010.

 

Menzione d’Onore alla 66° Rassegna Internazionale di Arte Scultura e Fotografia Premio ‘G. B. Salvi’ di Sassoferrato, ottobre – novembre 2016, (parole della Giuria) per la sua “capacità di usare un segno articolato in differenti modalità a riflettere una suggestiva dimensione interiore”.

Esposizione delle opere e Premiazione.

 

Collettiva “L’Altro Rinascimento, genio e bellezza controcorrente” presso la chiesa di San Francesco a Mercatello sul Metauro, a cura di Gilberto Grilli, dal 24 giugno al 23 luglio 2017. In esposizione l’opera al pennarello indelebile ‘Apocalypto’, 2017.

L’opera esposta è ‘Apocalypto’, 200 x 100 cm., 2017

 

Partecipazione alla 70° Accolta dei Quindici, Palazzo Corbelli, Fano. Esposte per l’occasione le opere ‘Poligoni bianchi in campo rosso’, ‘Vita cuneiforme’, ‘Isolation’, 80 x 80 cm. ciascuna.

Opere di altri autori, opere di Omiccioli e pagine del catalogo per l’esposizione.

 

Partecipazione al Mugellini Festival di Porto Potenza Picena, a cura di Gilberto Grilli e Mauro Mazziero, ottobre 2016. Tema musicale con copertine di cd ad hoc.

Tema musicale per il Mugellini Festival.

 

Personale presso la manifestazione ‘Aria – La casa Consapevole’, a cura di Fabio Signoretti e Cora Fattori, Pincio di Fano, dal 16 al 18 settembre 2016. Esposte opere dalla serie dei crittogrammi, ed altre.

 

Conventino di Monteciccardo, collettiva ‘Art 065’ a cura di Davide Leoni, 21 agosto – 25 settembre 2016. Esposte quattro opere di diverso formato e diversa serie.

Interno della sala dedicata a Michele Omiccioli, Conventino di Monteciccardo

 

Sala ex-chiesa di San Michele, Fano – collettiva ‘In Arte Veritas’ a cura di Gilberto Grilli, dal 27 aprile al 9 maggio 2016.

Nella splendida cornice dell’ex-chiesa di San Michele a Fano, in una collettiva che tra gli altri annovera Mario Schifano (nella foto opera a dx), Alberto Lanteri, Fathi Hassan, Cesare Berlingeri e molti altri, espone un trittico simbolico di nuova concezione (nella foto a sx).

13062355_10207991181596191_1230120819903113055_n

 

 

 

 

 

 

Opere di Michele Omiccioli sulla sinistra, Mario Schifano sulla destra.

 

Rathaus (Municipio) di Norimberga, personale ‘Erhohungen der Oberflache’ (“Rivelazioni dalla Superficie”), novembre 2007

Nel novembre del 2007 espone alla Rathaus di Norimberga una serie di opere tematiche, legate al rapporto tra architettura, rappresentazione e potere, con forti suggestioni da Baselitz. Il titolo della mostra è ‘Erhohungen der Oberflache’, ossia ‘Rivelazioni dalla Superficie’. Il Console italiano, il Sindaco e numerosi esponenti della cultura cittadina sono presenti all’inaugurazione. L’autore donerà alla Kunsthalle della città un’opera di 35 x 35 cm. intitolata ‘Lynn Margoulis’.

 

Personale ‘LD50’ alla Galleria Tullio Ghiandoni di Fano, 2006.

Collaborazione con la Galleria Tullio Ghiandoni – Centro Studi ‘Reverie’ Gaston Bachelard, nel 2006. Con la supervisione di Catia Migliori, è alla sua prima personale nella città di Fano, intitolata ‘LD50’. Le chine e le penne si addensano di nuovi simbolismi mentre la pittura inizia a trovare nuovi stimoli nella scansione delle tele.

 

Concorso di pittura ‘San Crispino’ 2004 a Porto Sant’Elpidio

Espone un quadro in collettiva a Porto Sant’Elpidio, per il Premio ‘San Crispino’ a cura di Fernando Calvà. Il quadro si intitola ‘Samotracia’ e vincerà il Premio della Giuria che gli varrà la partecipazione alla mostra ‘Maestri Italiani nella Nuova Europa’ presso la Galleria Merum di Bratislava, alla presenza dell’allora Presidente della Repubblica Slovacca.

 

Personale alla Galleria ‘La Contea’ di Fossombrone, febbraio 2003

A cura di Manuela Manuali, la prima esposizione nella suggestiva cornice di un Palazzo Storico del Centro forsempronese, dal 10 al 23 febbraio 2003. Con tanti quadri di stampo espressionista debitori della lezione di Jean-Michel Basquiat e di Roberto Sebastian Matta, sono in mostra chine, penne e tele.